Copyright Rachele Bindi  © 2015

PROPRIETA' INTELLETTUALE

I contenuti di questo sito sono riproducibili esclusivamente citando l’autore e la fonte, includendo un link attivo diretto alla pagina dell’articolo, e solamente per fini non commerciali.

DISCLAIMER IMMAGINI

Quasi tutte le foto o immagini presenti attualmente nel sito (ove non diversamente indicato sulla foto stessa) sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questo sito, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@rachelebindi.it indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

  • Facebook B&W

Segna-libri: "La sposa bianca di Ousmane"

June 13, 2019

 

 

Mariama Bâ "La sposa bianca di Ousmane"

 

Un romanzo di attualità sconcertante, che attraverso la storia d’amore di Ousmane e Mireille affronta temi che toccano il nostro quotidiano e ci interrogano sia a livello personale che sociale.

Ousmane, senegalese, nero, ambizioso e intelligentissimo  si innamora di Mireille, francese, bianca, tenace, figlia di un diplomatico. I due giovani vivono una storia d’amore molto contrastata, entrambi riusciranno a laurearsi in filosofia e a diventare insegnanti e –sia pure affrontando grandi difficoltà-riusciranno a sposarsi.

E’ a questo punto del romanzo che, secondo me, Mariama Ba’ rivela la sua grandezza. L’analisi psicologica dei personaggi che si dipana nel proseguo della storia,  il modo in cui svela i risvolti amari del pregiudizio razziale e della condizione della donna , il suo sguardo attento e critico con cui guarda il suo stesso mondo, fanno di lei una scrittrice degna di ben altra fama e altre edizioni. Certo, a volte lo stile vacilla, la prima e la seconda parte sono un po’ slegate, il romanzo sembra mancare di una revisione, infatti è stato pubblicato postumo, dopo la morte della scrittrice avvenuta a soli 55 anni.

Tuttavia, se ci si vuole  interrogare su cosa significhi contattare dentro di noi tutto ciò che è “diverso”, “altro-da-me”,  allora questo è  il romanzo giusto.  Leggerlo è  un’avventura che può rivelarsi sorprendente e aprire squarci insospettati e insospettabili, come solo i grandi Autori sanno fare.

”Tu non preferisci  la straniera. Non si può amare ciò che non si conosce”

 

 

 

 

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square