Copyright Rachele Bindi  © 2015

PROPRIETA' INTELLETTUALE

I contenuti di questo sito sono riproducibili esclusivamente citando l’autore e la fonte, includendo un link attivo diretto alla pagina dell’articolo, e solamente per fini non commerciali.

DISCLAIMER IMMAGINI

Quasi tutte le foto o immagini presenti attualmente nel sito (ove non diversamente indicato sulla foto stessa) sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questo sito, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@rachelebindi.it indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

  • Facebook B&W

Segna-Libri: “Tre piani”

September 11, 2018

Eshkol Nevo "Tre piani" 

 

Un libro da leggere. Tre storie di tre famiglie che abitano nei tre piani di una palazzina, in una periferia “bene” di Tel Aviv. Il riferimento e' alle tre diverse istanze freudiana di personalita' , Es, Io e Super-Io. Il romanzo, infatti, esplora la complessità delle relazioni umane e ci guida alla scoperta delle “ombre” dei protagonisti, che sono anche un po' le nostre, in un percorso di riappropriazione delle parti di noi meno conosciute e amate. Elemento comune ai tre racconti e' il desiderio di rendere l’altro testimone di una narrazione intima, per sincerarsi di esistere davvero attraverso il racconto.

 Il primo racconto riguarda i personaggi del primo piano dello stabile, due coppie, una più giovane, una più anziana: la figlia piccola della coppia passerà dalle cure dell'una a quelle dell'altra, finche' qualcosa non  turba questo equilibrio, prestandosi a molteplici interpretazioni; il secondo racconto riguarda la coppia con due figli che abita al secondo piano: il padre e’ sempre assente, la madre sempre presente e combatte con la paura della solitudine e della follia, finché, un incontro inaspettato le permette, nel dare aiuto, anche di riceverlo e di riconnettersi alla vita e al proprio desiderio. Il racconto del terzo piano e' quello di una donna vedova che dialoga con il  marito defunto attraverso la sua voce nella vecchia segreteria telefonica: attraverso i messaggi al marito, la donna cambierà prospettiva e senso alla propria vita, avra’ accesso a parti di se’ presenti, ma meno conosciute. 

Per tutti questi personaggi, il racconto delle proprie vicende interiori ad un altro umano che ascolta, e' viatico di significati ritrovati e possibilita’ di dirigere “altrove” la propria vita, ritrovando significati che sembravano dimenticati.

 

 

 

 

 

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square