Copyright Rachele Bindi  © 2015

PROPRIETA' INTELLETTUALE

I contenuti di questo sito sono riproducibili esclusivamente citando l’autore e la fonte, includendo un link attivo diretto alla pagina dell’articolo, e solamente per fini non commerciali.

DISCLAIMER IMMAGINI

Quasi tutte le foto o immagini presenti attualmente nel sito (ove non diversamente indicato sulla foto stessa) sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questo sito, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@rachelebindi.it indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

  • Facebook B&W

Segna-libri: "L'amante di Lady Chatterley"

July 12, 2018

 

 

David Herbert Lawrence "L'amante di Lady Chatterley"

 

Prima guerra mondiale, Constance o Connie sposa Clifford, ufficiale dell’esercito. La grande, implacabile grande guerra non risparmia sir Chatterley, che viene colpito da una granata e costretto su una sedia a rotelle, paralizzato dalla vita in giù,29 anni lui, 23 lei.

Connie giunge alla sua nuova dimora a Wragby, nella Media Inghilterra ricca di miniere,  i Chatterley ne sono i proprietari  e “ … misurò fin dalla prima occhiata la bruttezza assoluta e senz’anima di quei Midlands di carbone e di ferro…”. Inizia a vivervi, vestendo con ironia i panni della “Lady”.  A ridosso della “…vecchia casa lunga e bassa…simile a una conigliera senza molta distinzione” c’è un bellissimo bosco e sarà qui che Connie consumerà il suo amore per il guardiacaccia di Clifford, Mellors. Connie ritrova in questo amore la forza maestosa e primordiale della passione e lascia a Mistress Bolton, infermiera e sagace donna del popolo, la cura del marito, tutto dedito alla sterile vita dell’intelletto.

E’ un romanzo piuttosto costruito e di non facile lettura:

non leggetelo se non siete disposti a sentire e a vivere il Tempo che scorre con un ritmo  lento e inesorabile sconosciuto ormai nelle nostre città. 

Non leggetelo se non siete disposti ad impiegare quel Tempo in minuziose descrizioni che sembrano proiettarci in uno Spazio mitico e lontano.

Leggetelo se volete vivere sulla vostra pelle il drammatico passaggio che la prima guerra mondiale ha inciso nell’animo dell’Uomo europeo e nella nostra Storia.

Leggetelo se volete sentire  la ferita mostruosa che quella guerra ha prodotto, incarnata nella sciagura di Sir Clifford  e vivere-insieme ai protagonisti- la fine di un’età di nobiltà e privilegi e l’avvento dell’era contemporanea, che porta con sé un cambio di ritmi, prospettive, valori: laddove Clifford ragiona sui vantaggi economici che possono derivare dall’affermarsi definitivo dell’industria, Lady Chatterley e il suo amante narrano la centralità dell’Uomo.  

Ma leggetelo soprattutto se vi interrogate sulle relazioni e in particolare sulle relazioni intime, su cosa e come una relazione possa dirsi “intima”. Lawrence sembra darci un messaggio molto chiaro : Il corpo è il luogo dell’incontro e la tenerezza ne è la coloritura, il tono, l’ingrediente vitale, la cifra essenzialmente umana del rapporto sessuale.

Già il titolo “L’amante di Lady Chatterley” ci interroga: chi sarà il protagonista?

L’attrice  principale sarà Lady Chatterley, il cui nome  l’Autore mostra per intero…  o il suo amante , che è il primo sostantivo citato?  

O piuttosto, un titolo così ambivalente vuol dirci che la vera protagonista è la relazione amorosa tra i due?

Non c’è nulla di pornografico in questo romanzo, la sessualità vissuta da Lady Chatterley e dal suo amante è incontro amorevole e tenero di due persone in cui corpo è anima e dove ogni fittizia dicotomia è annullata.

 

 

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square