Copyright Rachele Bindi  © 2015

PROPRIETA' INTELLETTUALE

I contenuti di questo sito sono riproducibili esclusivamente citando l’autore e la fonte, includendo un link attivo diretto alla pagina dell’articolo, e solamente per fini non commerciali.

DISCLAIMER IMMAGINI

Quasi tutte le foto o immagini presenti attualmente nel sito (ove non diversamente indicato sulla foto stessa) sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questo sito, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@rachelebindi.it indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

  • Facebook B&W

Segna-Libri: “Il mare dove non si tocca”

May 8, 2018

Fabio Genovese "Il mare dove non si tocca"

 

Fabio è un ragazzino che vive al villaggio Mancini insieme alla sua famiglia ed ai suoi otto “strambi nonni”, che in realtà sono i fratelli zitelli di suo nonno paterno. 

Questi “nonni” trascorrono le loro giornate cercando di insegnare a Fabio le “cose importanti della vita”, trascinandolo controvoglia nelle loro attività, come quando lo portano in un bosco per aiutarli a trovare i funghi, grazie al suo prodigioso olfatto.

Un giorno Fabio scopre l’esistenza di una profezia che grava sui membri maschi della sua famiglia: coloro che non si sposeranno entro i quaranta anni diventeranno “pazzi”, come i suoi nonni appunto; questa consapevolezza terrorizza Fabio a tal punto che cercherà di mettere una distanza tra sé e loro. 

Nel frattempo il papà di Fabio, uomo tuttofare dotato della capacità di saper aggiustare le cose rotte, proprio mentre stava aggiustando il presepe natalizio a cui tutta la famiglia aveva lavorato, cade da una scala ed entra in uno stato di coma profondo, che lascia Fabio in uno stato di vuota sospensione.

Fabio prova a colmare questa assenza iniziando a leggere manuali pratici contenenti le istruzioni su come fare le cose, come se attraverso questi libri potesse apprendere l’arte di riparare suo padre e riportarlo alla vita, a sé. 

Durante questo lungo tempo Fabio imparerà ad accettare sé stesso, la sua diversità dagli altri, riconoscerà senza paura di essere simile ai suoi “nonni” e che questo non è poi così pericoloso.

Questa consapevolezza renderà Fabio unico agli occhi di “coccinella”, la ragazza che da sempre lui desidera, che si accorgerà finalmente del suo valore. 

Questo romanzo ci aiuta a scardinare stereotipi e pregiudizi legati alla diversità, raccontando una storia di individuazione, di accettazione delle proprie ombre, di attesa e di amore.

Grazie a Fabio Genovese per aver saputo raccontare la paura ed il coraggio che servono per riemergere dal mare dove non si tocca ed imparare a nuotare.

 

 

 

 

 

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square