Copyright Rachele Bindi  © 2015

PROPRIETA' INTELLETTUALE

I contenuti di questo sito sono riproducibili esclusivamente citando l’autore e la fonte, includendo un link attivo diretto alla pagina dell’articolo, e solamente per fini non commerciali.

DISCLAIMER IMMAGINI

Quasi tutte le foto o immagini presenti attualmente nel sito (ove non diversamente indicato sulla foto stessa) sono situate su internet e costituite da materiale largamente diffuso e ritenuto di pubblico dominio. Su tali foto ed immagini il sito non detiene, quindi, alcun diritto d’autore e non è intenzione dell’autore del sito di appropriarsi indebitamente di immagini di proprietà altrui, pertanto, se detenete il copyright di qualsiasi foto, immagine o oggetto presente, oggi ed in futuro, su questo sito, o per qualsiasi problema riguardante il Diritto d’Autore, inviate subito una e-mail all’indirizzo info@rachelebindi.it indicando i vs. dati e le immagini in oggetto così che si possa risolvere rapidamente il problema (ad esempio, con l’inserimento, gratuito e permanente, del nome dell’autore), oppure rimuovere definitivamente la foto (o altro).

  • Facebook B&W

Segna-Libri: “Tre donne”

March 6, 2018

Dacia Maraini "Tre donne"

 

Gesuina, Maria e Lori sono le protagoniste di questo romanzo di Dacia Maraini, la prima è una nonna anticonformista ed innamorata dell’amore, Maria è la figlia di Gesuina e madre di Lori, che rimasta vedova vive una relazione a distanza con un uomo appassionato, come lei, di letteratura ed arte ed infine Lori.

Lori ha un atteggiamento sprezzante nei confronti di sua madre, sempre assorbita dal lavoro di traduttrice e dalla relazione con il compagno a distanza, ma in realtà cova un profondo sentimento di gelosia nei suoi confronti, che la indurrà a sedurre proprio l’amato compagno della madre.

Da quella relazione occasionale verrà concepito un figlio e questo evento imprevisto metterà la giovane Lori in una condizione di indecidibilità, dalla quale uscirà soltanto scrivendo una lettera a sua madre.

Maria venuta a conoscenza dell’accaduto tenterà il suicidio e, salvata in extremis dai soccorsi, cadrà in uno stato di coma profondo, metafora della sua latente ed inconsapevole volontà di non svegliarsi, di non trovarsi faccia a faccia con la crudele realtà.

Solo l’amore di Gesuina salverà Maria.

Ho trovato illuminante la scelta della Maraini di far riappropriare Gesuina del suo ruolo di madre, come se soltanto tornando alle origini e quindi a Gesuina, principio di vita poiché madre di Maria e nonna di Lori, fosse possibile tornare alla vita.

 

 

 

 

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square