• Redazione

Segna-Libri: “La casa degli spiriti”


Isabel Allende "La casa degli spiriti"

La casa degli spiriti è ambientato in Cile negli anni che precedono il colpo di stato di Pinochet e narra le vicende di una famiglia dell’epoca, la famiglia Del Valle che viveva nella grande casa all’angolo.

Rosa la figlia maggiore della famiglia Del Valle, fidanzata di Esteban Trueba, muore improvvisamente bevendo un veleno, che non era destinato a lei ma a suo padre.

Dopo la morte della bella Rosa, il fidanzato Esteban decide di andare a vivere alle Tre Marie, una tenuta di proprietà della sua famiglia lasciata in uno stato di totale abbandono.

L’uomo nel giro di qualche anno riesce a risollevare le sorti della tenuta, riportandola al suo antico splendore, imponendo però la sua autorità violenta ai contadini che gestivano la sua proprietà.

Dopo qualche tempo Esteban comincia ad avvertire il bisogno di avere una donna accanto a sé e per colmare questa mancanza inizia a violentare le giovani contadine della tenuta, proprio da una di quelle relazioni nasce il suo primo figlio.

Dopo qualche tempo l’uomo torna in città per fare visita alla madre morente ed in quella occasione la donna gli chiede di trovare una donna con cui sposarsi, Esteban allora decide di mantenere la promessa fatta a sua madre, andando a chiedere la mano di Clara, la figlia più piccola della famiglia Del Valle.

Clara trascorre la sua infanzia chiusa nella casa all’angolo, dedita ad esercitare i suoi poteri soprannaturali, quali muovere gli oggetti con il pensiero e fare giochi divinatori, lontana dal mondo reale; quando conosce Esteban decide di sposarlo e dalla loro unione nascono Blanca ed i gemelli Jaime e Nicolas. La loro relazione all’inizio è intensa ed appassionata, ma con il trascorrere del tempo riemerge il temperamento prepotente e violento di Esteban.

Alle Tre Marie la piccola Blanca conosce Petro Terzo, figlio dei contadini che si occupavano della tenuta, ed instaura con lui un’amicizia intensa che in adolescenza si trasforma in una relazione appassionata, da cui dopo un anno nasce Alba.

Nel frattempo i rapporti tra Clara ed il marito divengono sempre più tesi e la donna decide di allontanarsi da lui e di tornare a vivere in città nella casa all’angolo, dove inizia ad occuparsi dei più poveri e bisognosi. Esteban soffre profondamente della distanza della moglie, che continua ad amare per tutta la vita, anche quando Clara muore.

A diciotto anni Alba conosce Miguel, un giovane rivoluzionario che la introduce al mondo della politica e dei suoi ideali e se ne innamora. Questo legame è la ragione per cui durante la dittatura Alba viene prelevata dai militari e sottoposta alle più atroci violenze. Da questa dolorosa esperienza Alba imparerà come sopravvivere al “terrore” ricucendo la trama della propria storia e del proprio passato.

#segnalibri

37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti